Anche quest’anno i fratelli Revello hanno lavorato molto bene. Carlo ed Enzo, coadiuvati dai preziosi consigli di Beppe Caviola, hanno raggiunto di slancio il traguardo dei Tre Bicchieri con il loro Barolo Rocche dell’Annunziata. Gli ettari vitati sono in totale 11 e le bottiglie prodotte 55.000, quando le annate risultano felici. Tornando al campione dei Revello, abbiamo apprezzato questo Barolo per la sua incredibile eleganza, finezza e aristocrazia; in bocca i tannini sono morbidi, ma presenti, con un finale da primato.
Una grande performance anche quella offerta dal Barolo Vigna Conca (5.000 bottiglie in tutto), intenso e complesso all’olfatto, con note di confettura di amarena e di fichi: in bocca è pieno e ricco.
E ha stupito favorevolmente anche L’Insieme 2001 (taglio di nebbiolo, cabernet sauvignon, barbera e petit verdot), che dona sensazioni di frutta, di cacao e di vaniglia, con un finale davvero lungo e raffinatissimo.
Il Barolo Vigna Giachini e il Barolo Vigna Gattera sono un gradino sotto rispetto ai due precedenti, ma sono sempre su livelli molto apprezzabili, così come quello base, meno segnato dai sentori di legno perché affinato in barrique di secondo assaggio.
La Barbera d’Alba Ciabot Du Re non è uscita con l’annata 2002, perché considerata non adeguata da Carlo ed Enzo. Il resto della produzione (il Langhe Nebbiolo 2002, la Barbera d’Alba 2003 e il Dolcetto d’Alba 2003) risulta ben fatto e gradevole sia al naso sia in bocca, con una netta preferenza per la Barbera d’Alba 2003.

Vino Punteggio
Barolo Rocche dell'Annunziata 2000
Barolo Vigna Conca 2000
L'Insieme 2001
Barolo 2000
Barolo Vigna Gattera 2000
Barolo Vigna Giachini 2000
Barbera d'Alba 2003
Langhe Nebbiolo 2002
Dolcetto d'Alba 2003