L’azienda dei fratelli Enzo e Carlo Revello, fondata nel 1990, gode di uno dei più bei panorami di Langa. Dalla loro cantina si apre lo sguardo sul celebre cru Gattera, dominato dal cedro del Libano piantato più di un secolo e mezzo fa dai Montezemolo. Con il passare degli anni l’azienda è cresciuta di dimensioni, fino ad assestarsi sugli 11 ettari vitati di proprietà, per una produzione totale che negli anni “normali” è di 60.000 bottiglie. La conca dell’Annunziata è stata teatro nel settembre del 2002 di una delle più rovinose grandinate di cui si abbia memoria. Enzo e carlo non sono riusciti a raccogliere nemmeno un chicco del loro nebbiolo da Barolo, perciò nella scheda di questa guida mancano tutte le loro ben note selezioni: Rocche dell’Annunziata, Vigna Gattera, Vigna Giachini, Vigna Conca e persino il Barolo Base. Ci siamo però consolati con una magistrale versione della Barbera d’Alba Ciabot du Re 2004, prodotta in 6000 bottiglie, affinata per 18 mesi in barrique di rovere francese. Si presenta nel bicchiere con veste rosso porpora, al naso è complessa ed esprime note di grafite, frutti di bosco e liquirizia. In bocca ha energia e carattere, è succosa e corposa, nel finale regala rinfrescante acidità. Buona la prestazione del Langhe Nebbiolo 2004, floreale e fruttato, con integranti note di rosa appassita, viola e tabacco. Fresca e beverina la barbera d’Alba d’annata, un gradino sotto il Dolcetto d’Alba che abbiamo comunque apprezzato per l’intenso carattere fruttato.

Vino Punteggio
Barbera d'Alba Ciabot du Re 2004
Langhe Nebbiolo 2004
Barbera d'Alba 2005
Dolcetto d'Alba 2005